Calcio a 5: il Clf in Puglia per tornare a vincere in trasferta

UN’ASTINENZA DA SPEZZARE. Era il 29 ottobre 2011 e con il 4-2 del PalaFive di Putignano (Bari), contro la CS Giovanile, la Canottierilazio conquistava la quinta vittoria in altrettante partite di campionato, nonché la terza di fila in trasferta dopo le affermazioni esterne contro Napoli Ma. Ma. e Regalbuto. Da allora sono passati circa settanta giorni e la CLF non è più riuscita a trovare i tre punti lontano dalla Futsal Arena dove, invece, il sodalizio di Lungotevere Flaminio ha conosciuto un solo risultato: la vittoria.

RIPARTIRE DALLA PUGLIA. Nelle ultime quattro trasferte, infatti, sono giunte tre sconfitte e un pareggio, che hanno fatto allontanare la CLF dalla schiacciasassi Cogianco Genzano, finora prima con pieno merito, ma non hanno impedito alla CLF di tracciare un solco tra lei e la prima inseguitrice, il Regalbuto (avversario della CLF nel prossimo turno interno), attualmente al terzo posto, con un distacco di sette punti. Come detto l’ultima vittoria risale a Bari e la CLF è determinata a ripartire proprio dalla Puglia, visto che domani, nel brindisino, i ragazzi di Marco Ripesi giocheranno per un solo risultato: i tre punti.

NETTI MIGLIORAMENTI. Si gioca alla palestra Salvemini di Fasano, in provincia di Brindisi, e i biancazzurri ci arrivano con, negli occhi e nella testa, la prestazione spettacolare offerta contro il Napoli Ma.Ma., nell’ultima gara del 2011. Forse la più bella partita fin qui giocata dalla CLF. Per il Ferramati Fasano, invece, l’ultimo turno ha portato una sconfitta, in casa dell’Orange Passion (squadra apparsa in netta ripresa) che proprio con i pugliesi ha trovato il primo successo della sua stagione. La squadra di Michele Pannarale viene da quattro sconfitte consecutive e negli ultimi 160 minuti ha subito 28 reti; un dato che fa riflettere, alla luce del fatto che la Canottierilazio Futsal vanti il secondo miglior attacco del Girone B della Serie A2.

CACCIA AI TRE PUNTI. Mister Marco Ripesi, però, non abbassa la guardia: “Gli ultimi risultati della Ferramati non devono ingannare, perché è una squadra che in casa può e vorrà dire la sua, anche alla luce del sostegno del proprio pubblico”. Indubbio però, che la CLF voglia “ritornare a centrare quel successo che ci manca da troppo tempo”. Un successo al quale la CLF si sta avvicinando a passi decisi; prova ne è il pareggio in rimonta (5-5 a Napoli) che la CLF ha conquistato nell’ultima gara lontano dalla Futsal Arena: prezioso, se paragonato alle tre sconfitte esterne che lo hanno preceduto nel “novembre nero” dei biancazzurri. Da annotare, infine, il rientro di Gabriel Ayala, che ha scontato la squalifica inflittagli dal giudice sportivo e domani sarà regolarmente disponibile per la quindicesima di campionato: insieme al fratello Emmanuel sono loro i due volti nuovi della CLF, decisa a disputare un grande girone di ritorno.

 

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania