Pallanuoto> Lazio, a Firenze un altro stop

Contro la Florentia finisce 14 a 11. Grande equilibrio per due tempi. La Lazio costruisce ma sbaglia troppo e i toscani ne approfittano nel finale. Gianni: “Grande rammarico”. Formiconi: “Il campionato è lungo”. Buccioni: “L’impegno non manca”

PISCINA NANNINI- Troppi gol incassati e molti errori in attacco costano caro alla Lazio che torna da Firenze con zero punti e l’amaro in bocca. La squadra gioca e crea occasioni ma ancora una volta i singoli episodi pesano sul risultato in favore dei toscani, dopo essere stato in equilibrio per tre quarti del match. Alla fine il tabellone recitava Rari Nantes Florentia 14, Lazio Nuoto 11 nel confronto della 10^ giornata del campionato A1 di pallanuoto. I padroni di casa muovono così la classifica e salgono a 12 punti mentre i biancocelesti si fermano a 6, con sole tre lunghezze di vantaggio sulla Promogest.

IL MATCH- Spinta dal pubblico la Florentia parte subito forte con Brancatello e Coppoli, man of the match che chiuderà con 5 gol. La Lazio accorcia con capitan Vittorioso (2-1) ma i toscani allungano di nuovo con Coppoli. Gli ospiti si svegliano e pareggiano a cavallo tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo con una splendida palomba di Colosimo e con Gianni. La gara va avanti punto a punto fino all’intervallo lungo a cui si arriva sul 5 a 5 con le reti di Coppoli, Africano, Eskert e ancora Colosimo. Il terzo tempo è quello dove i bianchi costruiscono il successo, il break di tre gol siglati da Coppoli, Gobbi e l’ex Gitto, spiazza la Lazio che prova a reagire con capitan Vittorioso (8-6). Il quinto gol di Coppoli è una mazzata, ma ancora il numero otto laziale, su rigore conquistato da Gianni, lascia sperare i suoi. Nonostante l’espulsione di Di Rocco, per uno scambio di persona, a Dani replicano Colosimo, con un altro pallonetto d’applausi, e ad inizio del quarto periodo Maddaluno con uno dei suoi diagonali precisi (10-9). Il confronto si riapre, ma una bordata di Gitto sotto al set lo richiude poco dopo. Tre gol di Sindone mettono la parola fine sull’incontro reso meno rotondo nel punteggio dalle marcature di Leporale e Gianni.

RAMMARICO LAZIO- “Credevo di farcela perché al di là dei tanti errori sul terzo gol di Colosimo ero convinto di riprenderla invece abbiamo preso un tiro da lontano, seguitiamo a sbagliare i gol fatti e ne prendiamo alcuni che sono incredibili – è l’analisi del tecnico della Lazio Nuoto Pierluigi Formiconi deciso a guardare avanti – continuiamo a lavorare perché secondo me la strada è questa, adesso dobbiamo riguardare la partita, io credo che questa squadra abbia grande possibilità ma alla fine i risultati non sono confortati, in settimana decideremo cosa cambiare, oggi qualcuno mi ha deluso, ma il campionato è lungo, voglio che questa squadra si dimostri per quella che è non per quella per sembra”.

Deluso anche il difensore Giacomo Gianni, che al termine dell’incontro ha spiegato così la debacle: “Gli errori si pagano caro, abbiamo fatto per una buona parte di partita un’ottima gara, potevamo sfruttare meglio alcune occasioni ma se non fai gol le sfide non le vinci, sono stati bravi loro a sfruttare le occasioni che hanno avuto, c’è rammarico, sapevamo che era una gara importante e alla nostra portata”. Sul futuro il numero 5 ha aggiunto: “Non dobbiamo compromettere nulla, bisogna continuare a pensare positivo partita dopo partita ce la possiamo giocare con tutti perché i risultati dicono che noi creiamo un sacco di occasioni, prendiamo una decina di espulsioni a partita, dobbiamo essere più cinici e metterla dentro”.

Durante la trasferta toscana con la delegazione biancoceleste c’era anche Antonio Buccioni, presidente della polisportiva Lazio: “Sapevamo che era durissima, a sei minuti dalla fine eravamo in piena partita, l’impegno non è mancato, domani inizia un’altra settimana, per quello che mi ha dato frequentare la piscina non vedo problemi di disattenzione, il campionato è lungo e duro”.

Sabato nuovo incontro al Salaria Sport Village, per l’ultima giornata del girone d’andata la Lazio riceverà l’Acquachiara.

RARI NANTES FLORENTIA-SS LAZIO NUOTO 14-11
RARI NANTES FLORENTIA: Mugelli, Sindone 3, Borella, Coppoli 5, Martini, Eskert 1, Brancatello 1, Dani Lapo 1, Gitto 2, Gobbi 1, Bini , Di Fulvio , Cicali . All. Vannini
SS LAZIO NUOTO: Bisegna, Matovic Marko, Di Rocco, Africano 1, Gianni 2, Colosimo 3, Ambrosini, Vittorioso 3 (1 rig.), Leporale 1, Calcaterra , Maddaluno 1, Mele, Correggia. All. Formiconi
Arbitri: Rovida e Savarese
Note 

Parziali: 3-2 2-3 5-3 4-3 Uscito per limite di falli Colosimo (L) nel quarto tempo. Nel terzo tempo espulso Di Rocco (L). Superiorità numeriche: Florentia 5/10 e Lazio 5/11 + 1 rigore. Spettatori 200 circa

Ufficio Stampa S.S. Lazio Nuoto
ufficiostampa@sslazionuoto.it

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania