Hockey M> Pato Mongiano promosso nello staff della nazionale maschile

Soddisfazione in casa De Sisti Acea Roma

Ieri la Federazione Italiana Hockey ha ufficialmente comunicato il nuovo organigramma delle Nazionali con una bella sorpresa in casa Roma . E’ stato , infatti , “promosso” a collaboratore delle nazionali maschili Patricio Mongiano, il trentottenne italo argentino dal 2005 in forza alla squadra giallorossa come validissimo atleta e come tecnico . Infatti Pato in questi anni (è alla nona stagione consecutiva in maglia giallorossa), oltre a contribuire alla vittoria di 4 scudetti prato ed una Coppa Italia con la società romana ed a collezionare alcune presenze nella nazionale maggiore , è stato una delle colonne portanti dello staff tecnico guidando le giovanili maschili e per due anni la prima squadra femminile della Libertas San Saba, con il risultato tangibile di far diventare il settore giovanile giallorosso uno dei fiori all’occhiello della società, con le “perle “ degli scudetti under 16 del 2009 e Under 20 del 2013. In campo femminile è suo lo scudetto sansabino del 2009. Un palmares di tutto rispetto che ha contribuito a mettere in mostra le qualità di Mongiano, chiamato lo scorso anno come Referente per il Settore Maschile nell’Area Centro Sud dei Centri del Talento Hockeystico ed ora come terzo tecnico e collaboratore delle nazionali maschili nello staff che vede Riccardo Biasetton , allenatore della Senior ed Under 21 , e Gianluca Cirilli alla gestione di Under 18 ed Under 16.
Soddisfazione in casa giallorossa con Franco Cherchi , Vice Presidente della società e Manager della prima squadra che dichiara “ Pato è certamente un tecnico e preparatore di indubbie e confermate doti . In lui si inseriscono , altresì, le doti umane con le quali comunica e trasmette ai giovani ed ai suoi compagni l ‘amore che nutre per l’hockey e lo sport in generale. Sicuramente un valore aggiunto anche per le nazionali “ . Non da meno le parole di Pietro Acri , Responsabile tecnico organizzativo del Settore Giovanile di Roma e San Saba e dall’anno scorso Responsabile dell’Area Centro Sud del CTH “ Per quanto riguarda la collaborazione con Pato Mongiano nei CTH ci dispiace molto che si interrompa un percorso di formazione che abbiamo intrapreso lo scorso anno e che era positivamente iniziato nella stagione corrente. Siamo, ovviamente, lieti di sapere che l’apprezzamento per l’impegno dedicato e i risultati ottenuti in campo Nazionale siano stati premiati e siamo sicuri che Pato potrà riportare anche in ambito Nazionale quell’entusiasmo e quella professionalità profusa sinora in ambito Regionale .Gli auguriamo sinceramente nuovi successi “
Questo il Comunicato diffuso ieri dall’Ufficio Stampa della FIH :
Riccardo Biasetton è il nuovo allenatore della nazionale italiana maschile/ La FIH ha formalizzato la nomina dell’allenatore della nazionale senior maschile di hockey su prato, che sarà guidata da Riccardo Biasetton, già assistente di Pablo Fernandez nel 2013. Riccardo ha firmato un contratto annuale, come tutti i tecnici FIH del settore, a eccezione di Fernando Ferrara: “Con Fernando abbiamo un programma che cercherà di portarci alle Olimpiadi di Rio del 2016 e abbiamo ritenuto con lui di stilare un accordo a medio termine, fino alla scadenza del quadriennio”, dice Enzo Corso, responsabile SSN della Federazione Italiana Hockey. “Con gli altri tecnici, essendoci ancora una situazione di verifica dei programmi e della validità dei percorsi intrapresi, abbiamo invece ritenuto opportuno prorogare tutti i soggetti impegnati di un anno per poi, a fine 2014 fare a tutti, se le cose andranno come speriamo, un accordo fino alla fine del quadriennio”. Tra le conferme, tuttavia, spicca il salto da assistente ad allenatore della maschile di Riccardo Biasetton: “Per una serie di motivi l’esperienza con Pablo Fernandez non è stata positiva; non solo per colpe sue ma anche per situazioni ambientali che non è riuscito a interpretare in maniera giusta”, puntualizza Enzo Corso. “Abbiamo ritenuto, anche per le caratteristiche della nostra squadra e gli impegni che avrà, di iniziare un nuovo percorso e la persone giusta ci è sembrata Riccardo, che ha buona esperienza e conoscenza dell’ambiente”. Biasetton “ha fatto tutti i percorsi nell’hockey prato azzurro: da giocatore di buon livello delle nostre nazionali, ad assistente in vari momenti e in qualche occasione è stato anche primo coach. Ci è quindi sembrato opportuno e doveroso dargli una chance di primo livello. Ora sta a lui confermare la nostra fiducia”.
L’Italia senior avrà un importante impegno ufficiale nel Round 1 della World League, che si disputerà in Portogallo a fine settembre 2014: “Si punterà su un gruppo italiano giovane – prosegue Corso – sfruttando (anche) gli Europei Under 21 di luglio; si integreranno i veterani con alcuni giovani, per effettuare un graduale cambio generazionale”.
Riccardo Biasetton accoglie questo incarico “con spirito molto propositivo e con la disponibilità a lavorare, che è una cosa che mi contraddistingue”. Dopo le esperienze con le selezioni Under e come collaboratore di Fernandez “voglio cominciare a introdurre un po’ di “politica italiana” – dice l’allenatore della senior maschile – e quindi capacità di lavorare sul territorio e di trasmettere ai ragazzi le nostre conoscenze”.
Dopo l’esperienza non positiva dello scorso anno “si vuole cominciare a delineare un nuovo percorso; il compito mio e dello staff sarà lavorare di più sul territorio rispetto al passato. Ci concentreremo sul vivaio, sui ragazzi italiani. Imposteremo il lavoro per aumentare le qualità tecniche e tattiche dei nostri, con l’intento di reimpostare una scuola italiana di hockey. Siamo uno staff, io, Gianluca e Pato, che da anni lavora in tutte le fasce e ben conosce la nostra realtà”, dice Biasetton. “Con criterio daremo le linee guida e quegli input per impostare un lavoro, a partire dalla base, che sia il più omogeneo possibile”.
Riccardo ‘anticipa’ in qualche modo il discorso sullo staff, che vede la prosecuzione nel discorso dei tre tecnici “filiera”: “Nella maschile avremo ancora Gianluca Cirilli, insieme a Biasetton, che lo assisterà nella senior e avrà anche i compiti di coach nell’U18 e nell’U16”, dice Enzo Corso. Poi l’inserimento di Patricio Mongiano “un tecnico giovane, un italo argentino ormai stanziale in Italia da più di dieci anni, che fungerà da assistente per tutte le nazionali maschili”.
Sempre in campo maschile “avremo l’avvicendamento, in parte obbligato, del manager della senior, per l’indisponibilità di William Grivel, che non poteva garantire una ampia continuità a causa di motivi familiari, visto che a breve diverrà padre per la seconda volta”. Allora “abbiamo deciso di mettere come manager della senior e dell’U21, due squadre che in questo momento hanno bisogno di recuperare credibilità, Bruno Ruscello, che è anche Project Manager SSN e che, per la sua grande esperienza tecnica e manageriale ci è sembrata la persona più adattata per aiutare questa nazionale e il nuovo coach a inseguire traguardi più ambiziosi”.

Nella foto : Pato Mongiano con i ragazzi dell’Under 20 della De Sisti Acea Roma vincitori dello scudetto di categoria 2012/13

Ufficio Stampa

Featured Links

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Volleymania